...COME SI CONSERVA?

In molti si chiedono quali siano le modalità di conservazione del peperoncino: con questa pagina proveremo a fare un po' di chiarezza

CONSUMO DA FRESCO: IL FRIGORIFERO

L'ETICHETTATO

Un ottimo metodo per prolungare la freschezza peperoncino sfuso è l'utilizzo del frigorifero: ad una temperatura di 5°-8° il prodotto si conserva per circa 10 giorni, oltre tale limite può verificarsi un
avvizzimento dei frutti.

IN BUSTA FLOWPACK

La busta flowpack ha una superficie microforata che consente la traspirazione del prodotto, conferendogli una durata maggiore. Il consiglio è di riporre la busta così com'è in frigorifero; ad una temperatura di 5°-8° il peperoncino è in grado di conservarsi anche per 20 giorni.

CONSERVAZIONE A LUNGO TERMINE

Doverosa è una premessa: la conservazione a lungo termine prevede un minimo di manipolazione del peperoncino. Dato il contenuto di capsaicina ogni operazione va svolta necessariamente utilizzando guanti protettivi per alimenti, possibilmente in un ambiente ben areato e ... attenzione a non toccare gli occhi!

il congelamento

Un metodo molto furbo per poter conservare il peperoncino piccante preservandone aroma e proprietà è indubbiamente l'utilizzo del congelatore, utile sia per conservare la scorta fatta per il breve termine e sia per sopperire alla stagionale mancanza di prodotto.
Il procedimento è molto semplice, ma vediamolo nel dettaglio:

 1- Staccare i peperoncini dal rametto avendo cura di togliere anche
 il picciolo.
 2- Lavarli ed asciugarli bene stendendoli su un canovaccio
 3- Riporli nel congelatore, in piccoli sacchetti gelo per alimenti o in
 alternativa in vasetti di vetro di dimensione adatta alle razioni che
 si desidera consumare ogni volta.

Il consiglio è quello di chiudere bene i sacchetti o i vasetti, in modo tale da ridurre al minimo il rischio di variazioni organolettiche del prodotto. I peperoncini così conservati si possono utilizzare da congelati o previo scongelamento, da svolgere in frigorifero per circa 24 ore.

l'essiccazione

Un altro metodo valido di conservazione è l'essiccazione, che si può ottenere con un essiccatore domestico o con il forno di casa. Il nostro peperoncino è perfetto per questo procedimento!

IN FORNO
 1- Staccare i peperoncini dal rametto avendo cura di togliere anche
 il picciolo;
 2- Lavarli ed asciugarli bene stendendoli su un canovaccio;
 3- Tagliarli a metà e disporli sulla placca rivestita con carta da
 forno, avendo cura di non sovrapporli;
 4- Inserire la teglia nel forno tradizionale preriscaldato ad una
 temperatura di 70°-80° (se con forno ventilato sono sufficienti
 40°-50°), lasciando lo sportello accostato per permettere
 all'umidità di fuoriuscire. In questa fase è consigliabile girarli di
 tanto in tanto per uniformare il calore e controllare lo stato
 dell'essiccazione. Il processo dovrebbe durare 8-10 ore, variabile
 in base all'umidità dei frutti ed alla dimensione.
CON ESSICCATOIO:
 Il procedimento è analogo al precedente: i peperoncini puliti e
 tagliati vanno disposti negli appositi vassoi e portati ad una
 temperatura di 40°-45° per un tempo che va dalle 12 alle 48 ore.

Il peperoncino essiccato si può tritare più o meno finemente, la cosa fondamentale è conservarlo in un barattolo ben chiuso e posto in un luogo fresco ed asciutto, per evitare che l'umidità possa danneggiarlo.

Societa' Agricola Demetrio

di Buttarelli Canzio e Ferruccio s.s.
via Viazzola 34
46018 Sabbioneta (MN) - Italy

contatti:
Tel. +39 0375.52271
info@agricolabuttarelli.it